D E S I G N G A L L E R Y

Una vetrina per i talenti italiani dell'eco-design

Questa pagina, che ora contiene solo un elenco di alcuni designer che hanno esposto all'Atelier del Riciclo, dal mese di settembre diventerà l'ingresso ad una vera eco-art&design-gallery in cui poter ammirare le opere di una selezionata rosa di artisti e designer che lavorano in modo eco-sostenibile. 

 

Nella nuova sezione troverete, oltre ad oggetti per l'arredo, accessori, abbigliamento e bijoux,   anche le  presentazioni dei singoli artisti e designer: potrete conoscerli ed entrare in contatto diretto con loro per chiedere informazioni, quotazioni, preventivi, consulenze e progetti. Avrete accesso a promozioni ed offerte speciali, potrete ricevere gli inviti a vernissage e swap party.

 

Vi aspettiamo numerosi all'evento d'inaugurazione: la data sarà on-line nel mese di aprile, ma potete lasciare fin d'ora i vostri dati per prenotare la vostra partecipazione e vincere un eco-tavolo in cartone firmato KubeDesign.

Per prenotare la partecipazione all'inaugurazione on-line della nuova eco-Art&Desing-gallery e concorrere all'estrazione di un tavolo firmato KubeDesign, compila il formulario. Nella casella 'Messaggio' puoi indicare le tue aree di interesse nel campo dell'eco-arredo e dell'eco-fashion, oppure lasciare suggerimenti su come ti piacerebbe che venisse realizzato questo nuovo spazio interattivo tra la community e i creativi selezionati da Atelier del Riciclo.

Grazie!

Per favore, inserisci il codice:

Avviso: I campi con l'asterisco sono obbligatori.

 

 

 

13 RICREA


Un team di tre donne per un marchio di design ormai noto nel panorama italiano: 13 Ricrea,

specializzato nella reinterpretazione di materiale destinato al disuso, all’abbandono o al macero. Per ridurre l’impatto della creazione sull’ambiente, tutto il ‘recuperato’ non viene riprocessato e si cerca di far coincidere i luoghi di produzione con quelli di lavorazione. Nella collezione Outdoor, per esempio, le sedute da giardino sono realizzate interamente con scarti di materiale plastico di uso industriale. Per l’interior, poltrone, pouf e panche riflettono la volontà di ridurre il carico ambientale con soluzioni esteticamente accattivanti ed emotivamente coinvolgenti. Nella gallery di via Casale, 13Ricrea espone le nuove sedute in lattice e feltro riciclato, oltre a tre torri in pvc industriale riciclato che simulano le opere di arte topiaria.

 

www.crearicrea.com

 

 

 

 

 

 

 

STEFANO VALZER

 

Stefano Valzer lavora per Studiobite, laboratorio di architettura che sviluppa progetti di design e urbanistica. Nello spazio espositivo di via Casale, Valzer espone il prototipo Design Competition, nato dall’idea di utilizzare diverse essenze di legno riciclato: attraverso l’accostamento di diversi listelli di legno si genera un piano variegato, unito da tiranti in acciaio che permettono la rigidità e la resistenza delle opere. In mostra un tavolo, una panca ed una sedia che sfruttano la forza del legno a compressione.

 

www.studiobite.it

 

 

 

 

GIANLUCA SOLDI

 

Gianluca Soldi ha creato Ovetto, il cestino per la raccolta differenziata con tre vani porta rifiuti mascherati da un unico contenitore in ABS e polipropilene riciclato. Il progetto di industrializzazione del prodotto ha come obiettivi l’ecologia (grazie all’utilizzo di materiali riciclabili); l’educazione della persona e la solidarietà sociale. L’assemblaggio dell’Ovetto è eseguito infatti da cooperative che offrono lavoro a persone disagiate, che vivono ai margini della società, restituendo loro fiducia e possibilità di un nuovo inserimento nella comunità. 

 

 

www.habitare-ad.com

 

 

 

 

MADDALENA ROCCO

 

Diplomata in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera, Maddalena Rocco si dedica fina da subito al disegno e progettazione di gioielli, micro modellazione in cera persa ed incisione a bulino su avorio e metalli preziosi.

Nella sua linea di gioielli ogni creazione ha un significato simbolico, le poetiche partono dai miti, che diventano un pretesto per comunicare i contenuti di un dialogo interiore. La prerogativa del suo lavoro è legata ad immagini incise a bulino, tecnica in via di estinzione. Le pietre preziose spesso vengono modellate e accostate ai metalli, a coralli recuperati, ossa, pezzi di natura portati alla deriva dal mare. In mostra all'Atelier del Riciclo alcuni gioielli delle collezioni Neptunus e Pellizza da Volpedo realizzati in oro, argento, corallo, osso fossile e conchiglie.

 

 

 

 

OFFICINA DELLE MILLE COSE

 

Fondata nel settembre 2008 da Daniele Coletti e Davide Rossi, l’Officina delle Mille Cose progetta e produce oggetti unici in serie limitata, realizzati a mano materiale di riciclo.

Il recupero dei materiali di scarto è il nostro credo" spiega Daniele Coletti  "Ci permette infatti di dare maggiore valore ambientale e filosofico al prodotti, senza dimenticare che la materia abbandonata ha una forza nascosta che gli occhi attenti di un progettista non possono ignorare”.

Nell'EcoConcept Store di via Casale, Officina delle Mille Cose espone due must della produzione: un pouf realizzato riciclando locandine cinematografiche in pvc; una sedia dotata di un vano che consente l’alloggiamento di un Grande Puff.

 

www.officinamille.com

 

 

 

 

 

ADRIANA LOHMANN

 

Adriana Lohmann, Lighting Designer italo brasiliana, crea lampadari e sculture luminose attraverso il riutilizzo di oggetti nobili, per dare nuova vita a materiali destinati allo smaltimento. Le sue opere nascono dalla contaminazione tra il mondo della moda e la poliformia del bio-design. Nello spazio di Atelier del Riciclo, l’artista espone la nuova versione della collezione Flower Power: lampadari realizzati intrecciando numerose sovrapposizioni di terylene fino a formare un fiore luminoso. Si possono ammirare anche le luci gioiello della collezione Goldfinger, cerchi di terylene intervallati da strass e clip metalliche; oltre ai lampadari delle collezioni Moonraker e Casino Royale, realizzati con maglie di tessuto metallico esagonali.

 

www.adrianalohmann.com


 

 

 

 

MAURIZIO LAMPONI LEOPARDI

 

Fotografo milanese, Maurizio Lamponi da qualche anno ha appeso la macchina

fotografica al chiodo e si è messo a fare quello che ha sempre sognato: costruire.

Grazie all’esperienza lavorativa nell’azienda di famiglia - dove apprende l’uso, la tecnica e la lavorazione di vari materiali per la creazione di forme e modelli per fonderia - si

trasforma in un originale produttore di lampade da tavolo. Tutte le sue opere sono realizzate con elementi destinati al macero, oggetti comuni di cui viene esaltata la capacità di stupire e divertire. In esposizione all’EcoConcept Store alcuni dei pezzi più significativi: la lampada ispirata alla lambretta, alla bicicletta o alla caffettiera.

 

www.lamponislamps.com

 

 

 

 

FRANCO CORSO

 

Architetto di interni siciliano, Franco Corso ama definirsi un “artigiano” che nobilita la fisicità della materia di scarto recuperandola in opere che riflettono la sua passione per l’arte contemporanea. Tutte le sue sculture sono pezzi unici di upcycling-art e prendono ispirazione tra fonderie e fornaci, nei mercatini dell’usato e nei laboratori di ceramica.

Nello spazio espositivo Atelier del Riciclo sono esposte alcune delle sue più celebri creazioni: tavolini, sgabelli, specchi e lampadari realizzati con tecniche di composizione e materiali simili tra loro, ma ognuno con una diversa impronta estetica e una propria unicità di fabbricazione.

 

 

 

 

GIANNI GROSSO

 

Gianni Grosso realizza pezzi unici fortemente legati alla natura. Progetta e crea arredi e sculture, cercando di far emergere in ogni sua opera quell’unicità che caratterizza

maggiormente l’oggetto tralasciando la funzione che esso viene ad assumere. “Forme e materiali vengono usati come provocazione per allestire una casa che fa dimenticare i prodotti in serie”.

Nello spazio espositivo Atelier del Riciclo sono in mostra alcune opere realizzate con alberi ormai destinati al macero e rifinite con un paziente uso di cere naturali e vernici rigorosamente ecologiche.

 

www.giannigrosso.it

 

 

 

 

ALESSANDRO BANAS

 

Fotografo e artista, Alessandro Banas condensa in immagini surreali il passare del tempo e l’usura che, giorno dopo giorno, trasforma in opere gli ‘avanzi’ della città.

É il tempo a rendere poesia anche le tracce più volgari” spiega l’autore “Un anno, sei mesi, anche qualche settimana se ha piovuto tanto o poco, se ha fatto freddo o caldo tanto o poco. Gli strati di carta dei manifesti si strappano o vengono strappati, le immagini si stingono. Gli oggetti di metallo arrugginiscono”.

L’attenzione ricade su micro-paesaggi nascosti sotto la patina metropolitana: immagini crude e allo stesso tempo oniriche, che permettono all’artista di documentare e fissare le

trasformazioni sociali che lo circondano. Auto accartocciate, lattine e cartoni abbandonati, manifesti strappati: all’EcoConcept Store di Atelier del Riciclo sono in mostra numerosi scatti fotografici della collezione Occhi nella città, che ammantano di nuova bellezza il trash urbano.

 

www.alessandrobanas.com

 

 

 

 

 

 

 

ISACCO BRIOSCHI

 

Green designer e portavoce dell’architettura organica, Isacco Brioschi sperimenta progetti ed interventi artistici dedicati alla ricerca sullo spazio abitato.

Obiettivo è quello di trovare una nuova materia vegetale dalle molteplici forme e relazioni, una fusione tra il verde e l’estetica del quotidiano. Tutto per creare aree ad alto impatto sensoriale usando materiale vegetale. Nascono così i green building, che permettono di decontestualizzare il verde per reintrodurlo in ambito domestico.

All’EcoConcept Store di Atelier del Riciclo espone i suoi quadri vegetali, oltre ad elementi d’arredo (coffee table e tavolo da pranzo) realizzati recuperando essenze di legno scartate durante le produzione degli infissi per finestre.

 

www.isaccobrioschi.it

 

Foto di Raffaele Meucci, www.raffaelemeucci.com

Newsletter

seguici su Twitter
seguici su Twitter